Floriterapia

La floriterapia è un metodo di cura naturale e dolce. Nasce dalle mani del medico inglese Edward Bach (famoso immunologo e omeopata) agli inizi del 1900. Trova poi altri seguaci negli anni avvenire, come ad esempio Ian White che negli anni 80 scopre in natura, in Australia, 69 rimedi floreali. 


Il dottor Bach aveva capito che la mente del paziente è determinante nella cura di qualsiasi malattia. Egli sosteneva che la malattia è il risultato dello squilibrio tra corpo, anima e mente. Aveva già sviluppato l’idea della presa a carico globale, nella visione olistica della persona e non solo per il sintomo presentato. 


I rimedi floreali da lui scoperti hanno come funzione quello di liberare i blocchi energetici causati dallo squilibrio creato dalle emozioni negative in cui vive la persona. 


Si può pensare ad esempio a tristezza, paura, tensione, stanchezza, rabbia, insonnia, ansia, ecc.


Si tratta di 38 essenze floreali inglesi e di 69 essenze australiane (ve ne sono molte altre nel mondo francese, californiano, himalayano, ecc.), ognuna delle quali agisce su un’emozione particolare e precisa. Ogni rimedio è tratto da un fiore che si trova in natura. 


Le essenze floreali aiutano a armonizzare tratti disarmonici del carattere, disagi psicologici e disturbi fisici di origine psicosomatica.


Le essenze vengono assunte sotto forma di gocce. Ogni cura è personalizzata al singolo individuo poiché i fiori vengono miscelati tra di loro a seconda delle necessità da riequilibrare del paziente.